Tutto quel che c'è da sapere sul consumo del frigorifero

  • Date posted5 mesi fa
  • DaDa Caterina
Tutto quel che c'è da sapere sul consumo del frigorifero
Energia

Hai deciso di acquistare un nuovo frigorifero e vuoi prendere la scelta migliore per risparmiare qualcosa sulla bolletta? O semplicemente vuoi ottimizzare i consumi del tuo attuale frigorifero? Allora sappi che sei capitato nel posto giusto!

Infatti, leggendo questo articolo redatto dal team di LuminaBlog.it, scopriremo:

  • quanto consuma un frigorifero;
  • come è possibile ridurre al minimo i consumi del frigorifero che già possiedi.
  • quale frigorifero comprare per risparmiare;

Cominciamo!

Quanto consuma un frigorifero?

Come puoi immaginare anche da solo, il frigorifero è l’elettrodomestico più costoso in termini di consumo elettrico, perché è l’unico acceso 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Per questo motivo, se vuoi risparmiare sulla bolletta, è essenziale ridurre i consumi del frigorifero. Prima di precipitarti a comprarne uno nuovo, però, dobbiamo capire come calcolare il consumo energetico del frigorifero.

La maggior parte dei frigoriferi possiede una potenza che oscilla tra i 100 e i 300 Watt, quindi in media un frigorifero consuma tra 100-250 W all’ora.

Possiamo quindi affermare che un frigorifero consuma 1-2.5 kWh ogni giorno! Ovviamente non possiamo dirti nel dettaglio qual è l’equivalente in euro, perché il costo dell’energia dipende dal contratto che hai sottoscritto con il tuo fornitore.

Come conoscere il consumo del tuo frigorifero

Se vuoi conoscere quanto consuma il tuo frigorifero, puoi consultare l’etichetta del tuo modello, dove viene espresso il consumo medio in kWh all’anno. Questo dato, però, rappresenta soltanto un’indicazione, la quale non tiene conto delle variabili che potrebbero influire sul consumo effettivo del frigorifero.

Se vuoi conoscere il consumo effettivo del tuo frigo, dovrai necessariamente utilizzare un misuratore elettronico di potenza. Ti basterà collegare questo strumento al frigorifero per 24 ore, e misurare effettivamente i kWh utilizzati. In questo modo potrai conoscere con certezza quanto consuma il tuo frigo, soprattutto dopo aver attuato i suggerimenti per ridurre i consumi presenti nelle righe successive.

Come ridurre il consumo energetico del frigorifero

Adesso che conosci il consumo effettivo del tuo frigorifero,dovrai assolutamente capire se lo stai utilizzando nella maniera ideale, o se stai spendendo più del dovuto a causa di pratiche errate.

Il frigorifero, infatti, come altri dispositivi elettronici ed elettrodomestici, è una macchina che deve essere gestita e utilizzata nel modo corretto, non uno strumento da usare a casaccio. Anche perché a pagare le spese di un utilizzo errato sarai soltanto tu: consumerai più energia e il tuo frigo andrà sostituito in anticipo. Scopriamo le buone pratiche per ridurre i consumi del frigorifero.

Posizionare correttamente il frigorifero

Mai posizionare il frigorifero vicino alle fonti di calore: siano esse finestre spesso attraversate dal sole, caloriferi, forno e fornelli. In questo modo eviteremo di aumentare la temperatura dell’elettrodomestico.

Ricordiamoci anche di lasciare circa 10 cm di spazio tra il frigorifero e il muro: in questo modo la serpentina posta sul retro non sarà a rischio surriscaldamento e ci sarà sempre una ventilazione ideale.

Sbrinare il freezer e pulire il frigorifero

Se (sfortunatamente) il vostro frigorifero non è dotato di tecnologia no frost, dovrete necessariamente sbrinare periodicamente il freezer per garantire un consumo ottimale. Lo strato di ghiaccio è isolante e genera un maggior consumo energetico del frigorifero.

Per la stessa ragione, ricordatevi di pulire frequentemente il frigorifero e la serpentina, in modo tale da garantire un perfetto flusso d’aria, sia all’interno che all’esterno.

Organizzare il frigorifero

Per ridurre al massimo i consumi dovrete anche organizzare in maniera efficace gli interni, senza lasciare troppi spazi vuoti, ma nemmeno riempiendo il frigo all’inverosimile!

Posizionate gli alimenti uniformemente, senza metterli a diretto contatto con le pareti, sia per evitare che si ghiaccino, sia per fare circolare l’aria correttamente. Un piccolo appunto: in molti frigoriferi i ripiani inferiori sono leggermente più freddi, quindi sfruttateli per i cibi più facilmente degradabili, come carne e frutta.

Infine, se il frigo è spesso mezzo vuoto, utilizzate alcune bottiglie di acqua per riempirlo. La capacità termica delle bottiglie piene aiuterà a tenere basse le temperature.

Aprite le porte il meno possibile

L’ultimo consiglio è facile da seguire: basta ricordarsi di tenere aperte le porte del frigo per poco tempo. Prendete quello che vi serve e chiudete immediatamente la porta per evitare gli sprechi e la dispersione termica.

Pensate che ogni volta che guardate dentro al frigo, il costo della vostra bolletta sta crescendo… Sono certo che vi ricorderete di chiudere subito le porte.

Quale frigorifero acquistare per risparmiare

Se hai deciso che è giunto il momento di cambiare il tuo vecchio frigorifero e vuoi ridurre al massimo il consumo energetico, devi assolutamente acquistare un frigorifero di classe A. Ci sono almeno tre ottime ragioni per farlo!

  • Gli utenti che possiedono un frigorifero di classe A riescono a risparmiareoltre il 50% di energia in un anno, se paragonati con coloro che possiedono un frigorifero di classe inferiore.
  • Acquistando un frigo classe A in un negozio fisico, presso un piccolo e-commerce o su SLG Store, potrai usufruire del vantaggiosissimo bonus mobili ed elettrodomestici, valido fino al 2024.
  • Scegliendo elettrodomestici ad alta efficienza energetica, contribuirai a ridurre l’inquinamento e il riscaldamento globale, garantendo un futuro migliore a te e ai tuoi figli.

Più Energia