Come risparmiare energia in casa: trucchi e consigli

  • 10 months ago
  • DaDa

Come risparmiare energia in casa: trucchi e consigli

Da

Ci si lamenta spesso per la bolletta troppo alta, mentre dall’altro lato cresce l’attenzione al pianeta e la consapevolezza che è necessario entrare nell’ottica di un risparmio energetico che preservi le fonti che abbiamo a nostra disposizione.

Per questo si tende a ragionare su come fare per evitare sprechi, al di là di non tenere le luci accese quando non si è in una stanza.

Vediamo quindi una serie di idee e consigli per risparmiare energia quando si è in casa:

  • Optare per lampade a risparmio energetico
  • Occhio ai materiali e ai colori
  • Come risparmiare con la lavatrice
  • Regolare la temperatura in ogni stanza
  • Come limitare l’uso del ferro da stiro
  • Non sottovalutare gli oggetti in standby

Optare per lampade a risparmio energetico

Per iniziare, la prima cosa buona che potreste fare è considerare se avete in casa lampade a risparmio energetico. Se così non fosse, cambiarle farà la differenza. Le lampade Led, per esempio, possono ridurre i costi della bolletta fino all’80%, per cui parliamo di cifre non da poco. Un accorgimento in più può essere quello di regolare la luce grazie a specifici sensori.

Occhio ai materiali e ai colori

Avete mai pensato al fatto che un ambiente dipinto di scuro richiederà per forza una maggiore illuminazione? Dipingendo le pareti di casa con colori scuri, di conseguenza il dispendio di luce artificiale sarà maggiore, a meno che non si tratti di ambienti molto illuminati naturalmente, con grandi finestre e vetrate.

Allo stesso modo si può rimediare al fattore illuminazione mettendo molti specchi, i quali riflettono la luce, ovviamente dove è possibile inserirli senza che rovinino l’arredamento.

Valutate anche la scelta delle tende: tende di materiali leggeri e con colori chiari aiuteranno a far passare la luce, mentre tende pesanti e dai colori cupi richiederanno ancora una volta di utilizzare più luce in casa.

In cucina e in bagno potreste optare per piastrelle lucide, le quali hanno un potere riflettente da non sottovalutare. Può sembrare un rimedio povero, in realtà vi assicuriamo che fanno la differenza.

Come risparmiare con la lavatrice

Prima di attivare la lavatrice impostate la temperatura di lavaggio a un massimo di 60°. Risparmierete qualche euro a ogni lavaggio, e il risultato non sarà da meno rispetto a un lavaggio a 90° (anzi, con molta probabilità diversi capi ringrazieranno e dureranno di più nel tempo!). Anche riguardo ai tempi, evitate lavaggi troppo lunghi se non sono strettamente necessari.

Regolare la temperatura in ogni stanza

A meno che il riscaldamento non sia centralizzato e non possa essere cambiato da stanza a stanza, porgete attenzione anche a questo aspetto, abbassando la temperatura nelle stanze che non frequentate. Per esempio, in camera da letto, potreste alzarlo poco prima di andare a dormire (così come c’è chi preferisce abbassarlo di notte, spesso anche tenendo conto delle fasce orarie relative ai consumi).

Come limitare l’uso del ferro da stiro

Sembrerà una cosa banale e secondaria, ma stendendo bene i vostri panni dopo averli lavati potrete limitare di molto l’utilizzo del ferro da stiro. In molti odiano stirare, per cui a un gesto ottimo per il risparmio energetico unirete il fatto di non dover perdere tempo in un’attività che non apprezzate più di tanto.

Non sottovalutare gli oggetti in standby

Infine, considerate gli oggetti che restano in standby in casa: il computer, la stampante, e altro ancora. Il fatto che voi non li usiate in quel momento non è direttamente proporzionale al fatto che non consumino energia. In tal caso, pensateci una volta in più e spegneteli se non dovete sfruttarli per lunghi periodi.

Più